Stage di Rituale Tantrico Il Respiro del Corpo

Crescere nell’armonia e nella bellezza

massaggio tantrico bormioSi tratta di un percorso di crescita evolutiva spirituale agevolata dal contatto fisico tra corpi. Un contatto che viene riscoperto grazie al processo di liberazione da quei condizionamenti, ricevuti fin dalla nascita, che impediscono la naturale armonia delle energie Maschile-Femminile.
DSC08235
Nel contatto armonico ed equilibrato, che si viene instaurando attraverso questa pratica, le energie lavorano al di là di quello che la mente possa controllare, e vanno naturalmente a ritrovare la complementarietà.

Per arrivare a questo c’è bisogno però di sciogliere i blocchi che impediscono lo scorrimento energetico. I blocchi sono dovuti ai nostri pensieri distorti, ovvero disfunzionali, pensieri che non giovano al nostro
benessere perché fissi, rigidi. Le convinzioni, le idee sulle cose, sulla vita e su se stessi, l’incapacità di rivedere queste idee,  di renderle mobili ed elastiche, creano blocchi energetici. Il blocco crea un impedimento di fluidità energetica, che si può trasformare in nevrosi e anche in malattie fisiche.

L’apprendimento di questa bellissima pratica, ispirata alla tradizione tantrica non duale dell’India del Kashmir, diffusa in tutto il mondo da Daniel Odier, meraviglioso maestro di Tantra, e che io ho inserito, però, in un mio studio personale,  può veramente lasciar accadere qualcosa di “magico”:  arrivare all’equilibrio non attraverso lo sforzo e il sacrificio, ma attraverso la bellezza e il piacere.

DSC08211
Non è un percorso che si rivolge a massoterapisti o estetiste, poiché non è un “massaggio”, ma è una pratica tantrica. Ha a che fare con dimensioni di intima sacralità che niente hanno a che vedere con una spa o un centro benessere. Dunque è rivolto a chiunque voglia intraprendere un percorso di crescita interiore, attraverso la ricoperta del corpo e del piacere non strumentalizzato.

Viene rilasciato un certificato di frequenza, che non abilita però ad una professione, la quale può invece essere autorizzata a seguito della frequentazione della Scuola di Formazione biennale in Counseling corporeo per l’espressione emozionale ed energetica, integrato con le pratiche ispirate alla tradizione tantrica dell’India del Kashmir (vedere www.formazionetantra.it)

Livello base I

Nel livello base I si lavora su come entrare nella pratica del massaggio.

DSC08176E’ necessario sentire il proprio cuore, entrare in connessione coi momenti di apertura del IV chakra, imparare ad individuarli, e riportare queste sensazioni nel contatto con la persona che riceve il massaggio.

Ma anche nella situazione di ricettività è importante riuscire ad entrare in contatto con se stessi, lasciarsi andare alle sensazioni sottili e profonde che emergono dalla connessione con l’altro.
Si entra così in uno stato meditativo, in uno stato cioè, di coscienza non ordi
naria in cui è possibile accedere alla parte di noi che ci connette con l’Unità originaria di Amore Universale, permettendoci di risolvere lo stato di dualità, di separazione, che ci crea disagio e sofferenza
La profondità di queste sensazioni è spesso sorprendente.

Il passaggio al contatto di nudità nel massaggio è comunque graduale. Viene rispettata l’eventuale difficoltà nel vivere la nudità e nessuno ne è obbligato.
Si lavora in maniera propedeutica all’apertura di cuore, attraverso semplici esercizi di contatto che cominciano a sciogliere le tensioni e conducono il gruppo in una dimensione di intimità.
L’energia del gruppo è qualcosa di molto bello e nutriente, e riporta alla nostra originaria capacità di scambio e confronto, riconoscimento dell’altro e di se stessi, legittimazione dei nostri bisogni e rispetto per quelli dell’altro.

La bellezza e la potenza del contatto di cuore percepito attraverso il corpo, è qualcosa a cui non siamo abituati e che stordisce addirittura. Portando momenti di un benessere sconosciuto…
Le pratiche del Tantra si chiamano così perché si tratta di dimensioni del tutto esperienziali e perché vanno “praticate”, e più si pratica, più si espandono le sensazioni percepite e la sensibilità diventa sempre più sottile. E comincia ad individuarsi la capacità di sentire le energie.
Si apre il mondo di un linguaggio corporeo finora addormentato.
Incominciando il cammino della scoperta di chi siamo veramente che il Tantra ci invita, gioiosamente, a intraprendere..

Livello II – Attraversare l’Ombra, incontrare la Luce

Con un Cuore pieno possiamo incontrare cosa ostacola la nostra realizzazione e la liberazione dalla sofferenza. Non siamo da soli in questa introspezione, abbiamo l’amorevole aiuto dell’altro e di tutto il gruppo. Conosciamo la nostra parte femminile e la nostra parte maschile. Possiamo scoprire come queste parti sono connesse tra loro e come equilibrarle.

Livello III – “La Sacra Danza di Shiva e le vibrazioni dei chakra”
L’individuazione e la definizione sempre più chiara di questi sette principali livelli energetici. E la meravigliosa Sacra Danza di Shiva, la magia che ci permette di sentire le connessioni con i piani energetici sottili

Livello IV- “La ritualità del Tempio”
Completiamo l’insegnamento del rituale tantrico introducendo l’elemento del creazione del proprio Tempio che accoglierà il rituale sacro. Saliamo di livello energetico e siamo in condizione di muoverci abilmente tra i piani energetici, spostandoci da uno all’altro creando istante dopo istante la nostra personale esperienza. l’inganno dell’ego.

“Per i maestri kashmiri la Kundalini non si risveglia attraverso un’azione sul chakra di base, Muladhara, ma unicamente attraverso l’apertura del Cuore,”
Daniel Odier